LOADING

Type to search

Cannabis Light stop ai sequestri se THC < 0,5% : lo dice il Riesame di Genova

Cannabis Light stop ai sequestri se THC < 0,5% : lo dice il Riesame di Genova

Share

La cannabis light non può essere sequestrata in “maniera preventiva”, a meno che non venga provato che il livello di THC (il principio attivo psicotropo) superi lo 0,5%.


È quanto hanno stabilito i Giudici del tribunale del riesame di Genova, dopo la sentenza della Cassazione del 30 Maggio scorso, prima pronuncia di un Tribunale e di particolare rilevanza poiché sarà un grosso riferimento per la materia, ad oggi avvolta ancora da una nube di grigiore.

 

Come ormai ben sappiamo, la vicenda ha origine dal sequestro di infiorescenze e derivati di canapa sativa, ai danni di un negozio di Rapallo dello scorso 3 Giugno, che si era opposto rivolgendosi al Riesame. I giudici gli hanno dato ragione disponendo la restituzione della merce.

Secondo i giudici genovesi (e tutti noi operatori di mercato!) manca una norma che stabilisca quale sia la percentuale PRECISA di principio attivo che rende un prodotto con “efficacia drogante”, ad ora fissata allo 0,5% dalla dottrina giuridica. L’unico riferimento, al momento, è una circolare del ministero dell’Interno del 2018, interpretativa della legge 242 del 2016, che dice che rientrano tra le sostanze stupefacenti le infiorescenze che superano lo 0,5%. Questa percentuale, sottolinea il Riesame, “resta l’unico parametro per la potenziale efficacia psicotropa”. Per questo, il pm non può sequestrare tutta la merce ma, in caso di dubbio, prelevare singoli campioni da analizzare e, in caso di soglia superiore, a quel punto procedere al sequestro.

 

Facebook Comments

Tags::

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *