LOADING

Type to search

Covid19, stress e ansia: ci pensa il CBD!

Cultura/Impara News/Trends Salute

Covid19, stress e ansia: ci pensa il CBD!

Share

In questo particolare periodo storico di pandemia da covid19 molte persone di tutte le fasce d’età  soffrono di ansia e stress causato dai più svariati motivi (problemi economici, confinamento,la non socialità, lutti ecc..), tutti i pensieri negativi o le realtà di ogni singolo individuo, creano uno stato di malessere psicofisico al soggetto interessato e conseguentemente anche chi lo circonda, ed è giusto e doveroso verso se stessi  voler cercare dei rimedi naturali, privi di effetti collaterali.

Negli ultimi anni in Italia è sotto i riflettori l’olio di CBD , per quanto tali prodotti siano ancora “giovani” sul mercato, in verità, studi e ricerche riguardo i principali metaboliti della Cannabis vengono condotti da anni e sembrerebbe che l’uso di questo olio da parte delle persone sia sempre più frequente  e  sempre meno stereotipato allo “sballo della cannabis”.

La verità è che il cannabidiolo potrebbe rivelarsi un ottimo alleato per contrastare numerose patologie, a livello mentale, ma anche fisico. 

 

Il CBD aiuta a rilassare?

Sembrerebbe che riesca a regolare il battito cardiaco, abbassando  anche la temperatura corporea.

In effetti, l’olio CBD viene regolarmente assunto da coloro che vivono perenni stati di sovra-eccitazione (o anche per disturbi del sonno,cefalea, infiammazioni) o che stanno vivendo un periodo da stress-post traumatico. Una volta assunto, riesce a far rilassare mente e corpo.

Infatti, il cannabidiolo ha anche effetti positivi sul proprio corpo: si è rivelato un buon antinfiammatorio, anche semplicemente in caso di dolori muscolari.

Ciò che è importante sottolineare è che il CBD non agisce in maniera diretta sulla psiche. In parole semplici, non è un principio attivo che altera lo stato emotivo dei consumatori e riesce a provocare effetti rilassanti senza creare dipendenza.

Per queste ragioni  l’assunzione di olio CBD,  tra i consumatori sono in costante aumento: offre la tranquillità tanto cercata, con la consapevolezza che si tratta di un prodotto naturale, di cui si conosce la provenienza.

 

Consigli di Assunzione e dosaggio

Esistono differenti modalità per consumarlo, ma gran parte delle persone preferiscono la soluzione in gocce. Il motivo è legato al fatto che, consumarlo per via sublinguale, l’efficacia è immediata: bastano, al massimo, 15 minuti.

Per ciò che riguarda il dosaggio, questo è variabile in base alle percentuali di CBD contenute nell’olio e la gravità del problema che si sta affrontando.

Di conseguenza, sarebbe sempre meglio rivolgersi ad un medico, il quale sarà sicuramente in grado di consigliare il dosaggio perfetto.

In linea generale, i consumatori iniziano da dosaggi medio/bassi, da aumentare gradualmente solo in caso di necessità.  Ad esempio, se si acquista un olio CBD con un concentrato del 15%, si consigliano non più di 3,4 gocce al giorno. Dopo una regolare assunzione per un periodo di 15 giorni, si potrà aumentare il dosaggio se possibile.

Consumare regolarmente dell’olio CBD potrebbe avere numerosi effetti positivi sul proprio organismo. Tra tutti, l’effetto più piacevole è vissuto mentalmente: è naturale volersi concedere un attimo di relax, oppure desiderare di dormire tranquillamente.

Con effetti collaterali del tutto assenti, coloro che acquistano oli di cbd di qualità, naturali e dalla provenienza certificata, potrebbero trovare la risposta alle loro problematiche psicofisiche.

Facebook Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *