fbpx
LOADING

Type to search

Legalizzare la marijuana in tutto il mondo creerebbe un milione di posti di lavoro, lo dicono gli studi

Share

Legalizzare la Marijuana ovunque creerebbe più di un milione di nuovi posti di lavoro entro il prossimo decennio, afferma un nuovo studio.

Alcune analisi eseguite dalla New Frontier Data, un’azienda che si concentra sull’industria della Marijuana, ha scoperto anche che il governo guadagnerebbe almeno 131.8 miliardi di dollari dalle tasse federali nel giro di otto anni, se la Cannabis venisse legalizzata in tutti i 50 Stati americani.

Con la legalizzazione federale, verrebbero immediatamente creati 782,000 posti di lavoro, e l’azienda prevede che il numero aumenterebbe a 1.1 milioni entro il 2025, includendo i coltivatori e i rivenditori.

Nel 2015, un anno dopo la legalizzazione della vendita di Cannabis ricreativa in Colorado, l’industria della Marijuana legale ha creato 18,000 posti di lavoro a tempo pieno e 2,4 miliardi di dollari in crescita economica nello Stato, secondo il Marijuana Policy Group. La New Frontier suggerisce che questo trend potrebbe essere sostenibile a livello nazionale.

“Se le attività riguardanti la Cannabis fossero legalizzate domani e tassate come attività normali con un’aliquota d’imposta standard del 35%, le attività di Cannabis fornirebbero all’economia americana 12.6 miliardi di dollari in più in un anno,” dice al Washington Post il CEO di New Frontier, Giadha Aguirre De Carcer.

La crescita economica verrebbe spinta aumentando la richiesta di varie industrie, secondo il Marijuana Policy Group. I coltivatori hanno bisogno di magazzini, e comprano attrezzatture specializzate come impianti luce e di irrigazione per la crescita della Marijuana. In stati come Washington e Colorado, la Marijuana ricreativa legale ha portato anche ad incrementare alcuni settori del turismo.

La California è diventata l’ottavo stato a vendere Marijuana ricreativa legale il 1° Gennaio 2018, e 29 Stati permettono ora l’uso della Marijuana medica. La legalizzazione federale, anche se popolare in quasi ogni gruppo demografico americano, sta affrontando nuove sfide lanciate dal Procuratore Generale Jeff Sessions, la cui forte opposizione alle leggi sulla Marijuana in tutto lo stato ha rallentato la spinta bipartitica. A fine ottobre, Session ha abrogato una legge dell’era Obama che diceva ai prosecutori federali di lasciar stare la Marijuana negli stati in cui era stata legalizzata, lasciando aperte delle domande circa il futuro della promettente industria.
Ormai, quasi ogni giorno si susseguono news circa la legalizzazione dall’America, dall’Europa (vedi il recente caso della Grecia e del Lussemburgo) e persino dall’Oriente!

JOIN THE REVOLUTION!

Facebook Comments

Tags::

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *