LOADING

Type to search

USA: la riforma bancaria a favore della Cannabis, stop al contante

Cultura/Impara News/Trends Uncategorized

USA: la riforma bancaria a favore della Cannabis, stop al contante

Share

Finalmente la camera dei Rappresentanti degli USA  lunedì ha dato il via libera alla riforma delle regole bancarie federali, che consentiranno alle aziende legali del settore cannabis di accedere alle banche; Il voto di lunedì include anche il sostegno della maggior parte dei repubblicani.

Nonostante la cannabis negli Usa sia legale in 47 stati per l’uso da parte dei maggiorenni , ed è anche un settore in continua espansione da miliardi di dollari,  la maggior parte delle banche si rifiutano di consolidare o accettare affari da società legali di cannabis per la paura di inciampare in procedimenti e sanzioni federali ; costringendo così un’industria legale molto virtuosa dal valore di miliardi di dollari a condurre transazioni di base solamente in contanti, perfino il pagamento di tasse federali e statali.

SAFE ACT precisa che tutte le operazioni che coinvolgono attività legittime legate al mondo della cannabis, non sono soggette a leggi anti-riciclaggio e che le banche non entreranno in conflitto con le procedure di confisca dei beni per la gestione di conti appunto legati alla cannabis

Uno  degli obiettivi principali di questa riforma bancaria, ma anche sociale, è porre finalmente fine alla pericolosa e ingombrante  industria della cannabis in contante, con il  fine di incoraggiare gli investimenti, porre fine al black,  garantire maggiore trasparenza e tracciabilità delle operazioni e tutelare le società operanti in questo settore.

Dunque il primo passo è stato fatto, ora la riforma di dirige ancora una volta in Senato degli Usa  dove di auspica l’approvazione, nel frattempo numerose le manifestazioni  per sollecitare il Senato al consenso.

La tutela della cannabis  anche da un punto di vista bancario è un esigenza ,  un diritto  sempre più percepito e richiesto  da tutto il settore  operante che chiede maggiori garanzie, trasparenza e tutele come qualsiasi altro settore o mercato  che affida la gestione del proprio patrimonio alle banche, e conseguentemente richiede affidabilità, tutela  e garanzia.

Facebook Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *